MONEY: MAKING IT RAIN

Please select a featured image for your post

Come cantavano gli ABBA nella loro hit?
How did ABBA’s hit sound?
Money, money, money 
must be funny 
in the rich man’s world 
money, money, money 
always sunny 
in the rich man’s world

Si dice che i soldi non facciano la felicità di chi li possiede…ma sicuramente aiutano a togliersi qualche “piccolo” sfizio, soprattutto se ne hai talmente tanti da poterci giocare a basket come Jordan Belfort.
Eccone qualche esempio.
We often say money can’t buy happiness…but they definitely help to give yourself a “little” treat, above all if you have loads of money to burn, as Jordan Belfort.
Here are some examples.

1) Babies on Vogue (Kids)
Era solo questione di tempo prima che North West seguisse le orme dei genitori: ed eccola sulla copertina del primo numero di Vogue Kids, vestita da Alexander Wang. Sarà sicuramente la prima di una lunga serie di servizi fotografici per la #worldsmosttalkedaboutbaby.
It was just a matter of time before North West followed in her parents’ footsteps: and here we find her on the first-ever cover of Vogue Kids, in custom Alexander Wang. We are sure this will be the first of a series of photo shoots for the #worldsmosttalkedaboutbaby.
North West on Vogue Kids
2) A millionare cat
Chi l’ha detto che solo gli essere umani possono fare soldi a palate? Per la serie “tutti fanno più soldi di me”, arriva Choupette, la gatta milionaria di Karl Lagerfeld, la quale grazie a due collaborazioni, una per delle automobili tedesche e l’altra per un prodotto di bellezza made in Japan, ha incassato ben 3 milioni di dollari.
Ovviamente non si abbassa a promuovere cibo da gatti perché, come sostiene il suo padrone:

 “She’s too sophisticated for that. She has something unique.”
Who said only human beings can make a mint? All along the lines of “everyone earns more than me”, we introduce you to Choupette, Karl Lagerfeld’s millionaire cat, who thanks to two jobs, one for cars in Germany and the other for a Japanese beauty product, made 3 million euros last year. Her owner doesn’t allow her to do foodstuffs, because as he says:
“She’s too sophisticated for that. She has something unique.”
Choupette & Karl Lagerfeld
3) Music: Billionaires and their humble dreams
Hai alle spalle un conto bancario con una bella fila di zeri? Bene, allora puoi permetterti addirittura di lanciare una tua piattaforma di streaming musicale e sfidare giganti come Spotify e Youtube.
Questo non è che il caso Tidal: piattaforma streaming lanciata nel 2014 dal’azienda scandinava Aspiro, che è stata acquistata nei mesi scorsi da Jay Z.
Do you have a bank account with a long row of zeroes? Then you can launch your own music streaming platform and challenge the giants of the industry Spotify and Youtube.
This is exactly the case of Tidal, a streaming platform launched in 2014 by the Scandinavian company Aspiro and recently bought by Jay Z.
Artists at TIDAL launch
Il rapper e produttore americano ha voluto fare le cose in grande, coinvolgendo 15 tra le più potenti super star della scena musicale mondiale (tra i quali Beyoncé, Madonna, Rihanna, Usher, Kayne West e altri) in quello che sembra un movimento di protesta per la rivendicazione del potere degli artisti sulla propria musica. Il tutto parte dalle recenti critiche mosse dagli stessi artisti (Taylor Swift in primis) nei confronti di Spotify e dello streaming in generale, colpevole di “derubare” le star della prorpia arte, vista l’eccessiva generosità negli ascolti gratuiti e (soprattutto) per le basse royalties riconosciute.
Tidal porterà benefici all’intera categoria degli artisti o rappresenterà una fonte di arricchimento per i già milionari membri del ristretto gruppo proprietario? Mentre le opinioni sul futuro della piattaforma si colorano d’incertezza e critiche, Spotify prende con ironia la sfida lanciata dalla concorrenza…
The American rapper and producer has gone the whole hog, involving 15 of the most poweful super stars of the global music scene (among which Beyoncé, Madonna, Rihanna, Usher, Kayne West and others) in order to give artists control on their own music. This project stems from artists, who think that Spotify and others streaming systems in general “steal” their art, considered the largesse of free streaming and above all the small amount of royalties artists collect.
Will Tidal benefit the whole profession or it will make the millionaire members of the owner group even richer? While Tidal is making waves and its future is uncertain, Spotify answers with sarcasm to the challenge…
Spotify vs Tidal
written by: Claudia
Stella

Editor-in-Chief

Credo tutto sia iniziato con la mia passione per la scrittura e la curiosità verso il mondo della moda. SUGAREAL è il risultato dell’incontro di queste due passioni (nonché una sorta di figlio per me). Quando non parlo di moda o delle (dis)avventure dell’essere mamma, mi perdo nella musica e nelle serie tv.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.