Ed è subito SALDI

Vedete le foto? Indovinate dove sono.
Aiutino: è il 3 gennaio 2015, sono le 9.40 e ieri sono andata a dormire quasi alle 3 del mattino.
Perché diavolo sono fuori dal letto a circa 15 chilometri da casa in centro a Brescia?
Una sola parola: SALDI.
Source: giphy.com
Ormai ho preso questa abitudine: il primo giorno dei saldi mi vesto di tutto punto, infilo qualche arma bianca nella borsa e parto in direzione delle vie del centro. Ho detto NO  ai centri commerciali, almeno il primo giorno.
A parte dover comprare un paio di Blundstone (che ovviamente non erano scontate, MALEDETTI) non avevo le idee chiare su cosa volessi. Cosa da NON FARE MAI in caso di saldi.
Ma il caos è venuto in mio soccorso e sono riuscita a mettere piede solo in pochi negozi.
Tipo la Coin dove ho derubato il reparto della Mango, non prima di aver vomitato in quello della Desigual (seriamente, ma di cosa si fanno gli stilisti di questo brand?).
Source: Tumblr.com
Ho tentato di entrare da Tezenis, SUL SERIO, però più che in un negozio di intimo mi sembrava di stare in una discoteca free entry e free drink alle due notte, non tanto per la musica ovviamente ma per la RESSA.
Giusto per essere chiari, odio il contatto fisico non consentito e odio il contatto di estranei con la mia borsa. Porto con me una tracollina piccola piccola perché non mi piace che la mia borsa (e quindi la mia persona) venga presa a gomitate. Si cara la mia signora, parlo proprio con lei! E la smetta di guardare quel perizoma che la taglia XXXXXXXL da Tezenis non la tengono.
Da Zara sono stata derisa dalla guardia, probabilmente per la faccia inequivocabile che ho fatto dopo aver visto la coda alle casse. I love you shopping online con consegna gratuita in negozio <3
Source: knowyourmeme.com
Tappa veloce da Sisley (il maglione più morbido e carino della storia) e poi da Kiko. Uno dei mie buoni propositi per il 2015 sarebbe quello di tenere puliti i miei pennelli per il trucco, e Kiko mi è venuto in aiuto con questo.
Ho fatto degli ottimi acquisti, ho risparmiato due soldini acquistando il primo giorno dei saldi trovando abbastanza tranquillamente la mia taglia in ogni negozio.
Peccato aver poi scialacquato tutto per pagare il biglietto giornaliero del parcheggio, avendo io perso il ticket.
Brava Phranci.
PS: i Blundstone li ho comprati, saranno anche le scarpe meno femminili dell’universo, ma sono resistenti e comunque più fighe delle Hogan.

Pics by: Phranci
Location: Brescia
Stella

Editor-in-Chief

Well, I guess that everything starts with me and my love for writing and fashion. Creating this project has not been easy, but I am really proud of my little creature; watching how it is developing is quite entertaining and I believe I am not going to stop any sooner.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

Real Fashion, No Sugar

FOLLOW US ON