Oily skin? Don’t panic, we got you

Domenica sera, 22:45.
Squilla il telefono: Stella.
SICURAMENTE ho dimenticato una scadenza o una riunione, OVVIAMENTE non ricordo quale.
Rispondo sulla difensiva: “Ciao Stella, scusa se…”
Dall’altro capo, The Boss piange a dirotto: “Luca! Io… io… non pensavo… me l’avevano detto che può capitare, ma… non ci volevo credere… sì, insomma, perché proprio a me? Invece… appena tornati dalle vacanze… l’ho visto con i miei occhi…”
Oh cavolo! Il marito le ha messo le corna. Sembrava così un bravo ragazzo…
Io: “Senti, tu dimmi solo dov’è quella stronza, che ci penso io a farle un bel discorsetto…”
Stella: “Quale stronza, scusa?”
Io: “L’amante di tuo marito.”
Stella: “MIO MARITO HA UN’AMANTE?!?”
Io: “Tu non stavi parando di quello?!?”
Stella: “NO. Stavo parlando di pelle impura.” -_-
Ops…

Sunday, 10:45 pm.
The phone rings: Stella.
CERTAINLY I have forgotten a deadline or a meeting, OBVIOUSLY I don’t remember which one.
I answer defensive: “Hi Stella, I’m so sorry for…”
On the other side, The Boss is crying her eyes out: “Luca… I… I didn’t think… they told me that this could happen but… I couldn’t believe it… well, why should this happen to me? Instead… we had just come back from our vacation… I saw it with my own eyes…”
Oh my… her husband cheated on her. He seemed to be such a nice guy…
Me: “Listen honey, just tell me where that bitch is, and I’ll go and have a little chitchat with her…”
Stella: “Sorry, which bitch?”
Me: “Your husband’s lover!”
Stella: “DOES MY HUBBY HAVE A LOVER?!?”
Me: “Haven’t you been talking about that the whole time?!?”
Stella: “NO. I’ve been talking about impure skin” -_-
Ops…

È capitato a tutte, almeno una volta nella vita: rientrata dal mare, ti ritrovi ogni mattina la pelle unta come il pollo fritto e con i pori grossi quanto i buchi dell’emmenthal.
Che fare per rimediare? Semplice: basta mettere da parte TUTTI i prodotti della tua beauty routine e sostituirli per un paio di settimane con prodotti specifici per pelli grasse!

It happened to anyone, once in a lifetime: you come back from the seaside and every morning you find your skin greasy like fried chicken and with pores as big as Swiss cheese holes.
So, what to do to fix it? Easy: just put away ALL the products of your beauty routine and replace them for a couple of weeks with products that are specific for oily skin.

 

“Secondo te io voglio spendere 300 € per prodotti che userò per due settimane?
Per chi mi hai preso?!?”

“Do you really think I’m spending 300 € for products that I am going to use for two weeks?
Who do you take me for?!?”

Che noiosi che siete voi poveri! Va bene, vediamo di risolvere in altro modo allora…

La pelle al mare tende a diventare grassa a causa dell’aggressione degli agenti atmosferici. Sole, vento, acqua salata, lavaggi troppo frequenti la farebbero diventare orrendamente secca se non reagisse prontamente per difendersi… producendo tonnellate di sebo!
La pelle, al contrario del tuo smartphone, non ha un GPS integrato quindi NON SA che tu sei tornata a casa, perciò continua a difendersi anche se la minaccia è scomparsa. La situazione è temporanea: la pelle, che sia normale o mista o secca, ritornerà spontaneamente quella di una volta. #DontPanic
Quello che possiamo fare è cercare di velocizzare il processo, in 4 semplici mosse.
Are you ready?

1) Fai sentire la tua pelle a casa
Il primo passo è riprendere la tua beauty routine quotidiana, trascurata durante le vacanze: struccante, detergente, tonico, crema idratante.

How annoying you are, penniless people! But I get your point. Well, let’s see if we can make it in another way…

At seaside, your skin tends to become greasy because of the aggression of atmospheric agents. Sun, wind, salty water, too frequent washings would make your skin horribly dry if it didn’t react immediately to defend itself… producing tons of sebum!
Your skin, unlike your smartphone, doesn’t have a built-in GPS so it DOESN’T KNOW that you have already come home and therefore it continues defending itself although the threat has gone. This situation is temporary: whether you have a normal or a dry or a combination skin, it is going to return spontaneously like it was before. #DontPanic
What we can do is to try to make this process faster, in 4 easy steps.
Are you ready?

1) Make your skin feel home
The first step is to resume your daily beauty routine, which you neglected during vacations:
make-up remover, detergent, toner, moisturizing cream.

 

“Ma veramente io sono stata bravissima! Mi sono persino portata al mare le…”

Non prendermi in giro, sai? Io vedo tutto! In due settimane ti sarai struccata sì e no tre volte. VERGOGNA!

“Actually I’ve been a really good girl! I even brought to the seaside my…”

Stop kidding me! I see everything! In two weeks you removed your make up maybe three times. SHAME!

 

Anche se la pelle è più grassa del solito, è fondamentale applicare comunque una crema idratante: è un po’ come dire alla pelle “Non preoccuparti, tesoro, ci penso io a difenderti dagli agenti atmosferici brutti e cattivi! Non serve produrre tutto quel sebo!”.
Altra cosa importantissima è evitare di usare un trucco troppo pesante e struccarsi con particolare attenzione, così da lasciare i pori i più liberi possibile: la pelle grassa è fastidiosa, ma riempirsi di brufoli per tentare di nasconderla non è una buona idea!

2) Tampona l’eccesso di sebo
La seconda cosa che vogliamo fare è eliminare tutto quel sebo.
La tentazione di usare un detergente più sgrassante del solito è alta ma… resisti!
Se hai letto il mio articolo sui detergenti, sai che la pelle reagirebbe producendo ancora più olio.

La cosa giusta da fare è tamponare l’eccesso di sebo con una maschera all’argilla bianca.
Ne vendono già pronte, ma secondo me l’opzione migliore è prepararla a casa.
L’argilla bianca ventilata (a.k.a. “caolino”) si trova in ogni erboristeria o in farmacia.

Mescola 4 cucchiai di argilla bianca ventilata con tanta acqua quanta ne occorre per ottenere una pasta facile da stendere ma che non coli. Applica uno strato generoso sul viso, lascia in posa per 15 minuti, risciacqua con abbondante acqua tiepida, asciuga con un panno di spugna morbida.
Dopo la maschera, applica una crema idratante.
Ripeti questo trattamento ogni quattro giorni fino a normalizzazione della tua pelle.

Even if your skin is oilier than usual, it is fundamental to apply a moisturizing cream: it’s like saying to your skin “Don’t worry, darling, I am going to protect you from that big, bad atmospheric agents! You don’t need to produce that much sebum!”
Other very important things to do are to avoid heavy make-up and to remove make-up really carefully, so that you can leave your pores as free as possible: oily skin is annoying, but getting full of pimples just to try to hide it is not a great idea!

2) Tampon the excess of sebum
The second thing we want to do is to eliminate all that sebum.
The temptation to use a more degreasing detergent is strong but… resist!
If you read my article about detergents, you know that skin could react producing even more oil.

The right thing to do is to tampon the excess of sebum with a white clay mask.
They sell ready-to-use masks, but in my opinion the best option is to prepare it at home.
White clay (a.k.a. “kaolin”) can be found in every herbalist’s and chemist’s shop.

Mix 4 tablespoons of white clay with as much water as needed to obtain a paste that is easy to apply but does not drip. Apply a generous layer of product on your face, wait for 15 minutes, rinse it off with plenty of warm water, pat dry with a soft towel.
After the mask, apply a moisturizing cream.
Repeat this treatment every four days until normalization of your skin.

3) Restringi i pori
Restringere i pori sta alla cosmetologia come il Sacro Graal sta all’archeologia: ricerca infinita, pochi risultati. Il mio modesto parere è che con un po’ di costanza si riescono a ottenere risultati… ma certo non miracoli!
Le classi di sostanze chimiche che più aiutano a restringere i pori sono i tannini idrolizzabili e gli acidi organici, soprattutto gli alfa-idrossiacidi. Per nostra fortuna queste sostanze dai nomi esotici sono contenute in semplici alimenti che consumiamo ogni giorno!
Fino a normalizzazione della tua pelle, puoi provare a sostituire il tonico con:
• Succo di melograno fresco [BEST OPTION! Provare per credere…]
• Infuso di the verde (100 ml acqua bollente, una bustina di the, 10 gocce di limone)
• Infuso di karkadè (100 ml acqua bollente, una bustina di karkadè)
Applica ogni giorno uno di questi tonici sulla pelle, dopo la detersione, usando un batuffolo di cotone e lascia in posa per 10 minuti. Risciacqua con abbondante acqua fredda.

4) Normalizza la produzione di sebo
Normalizzare la produzione di sebo è complesso: significa interferire con il metabolismo dei sebociti, le cellule della cute che si occupano della produzione di sebo, riducendone l’attività. Numerose sostanze chimiche ed estratti naturali sono in grado di svolgere questa azione: ovviamente alcuni sono più efficaci di altri. Le mie preferite sono due, la niacinammide e l’estratto di elicriso: buone da sole, portentose insieme!
Io sono un privilegiato: raccolgo l’elicriso selvatico sugli scogli in Sardegna, preparo in casa l’estratto con il mio alambicco e la crema alla niacinammide nei laboratori dell’azienda in cui lavoro…
Non preoccuparti: l’uso di questi ingredienti è largamente diffuso, non farai fatica a trovarli anche nei prodotti commerciali! Oggi mi sento generoso, ti risparmio la ricerca: puoi acquistare QUI una crema viso per pelli sensibili con estratto di elicriso e niacinammide. La confezione è piccola, il prezzo è ridotto: niente sprechi o spese inutili!

3) Shrink your pores
Pores shrinking is to cosmetology what The Sacred Graal is to archaeology: endless search, little results. My opinion is that with some resolution you can obtain some results… but surely not miracles!
The chemicals helping you more to shrink your pores are hydrolysable tannins and organic acids, especially the alpha-hydroxyacids. Luckily these exotic-named substances are contained in simple aliments that we consume every day!
Until you normalize your skin, you can try to substitute your toner with:
• Fresh pomegranate juice [BEST OPTION! Seeing is believing…]
• Green tea infusion (100 ml boiling water, a teabag of green tea, 10 drops of lemon juice)
• Karkadè infusion (100 ml boiling water, a teabag of karkadè)
Apply on your skin one of these toners every day after cleansing using a cotton roundel and wait 10 minutes. Rinse off with plenty of cold water.

4) Normalize the sebum production
Normalize the production of sebum is complex: it means to interfere with the metabolism of sebocytes, the dermal cells producing sebum, reducing their activity. Many chemicals and natural extracts have this activity: obviously some are more effective than others. My favourite two are: niacinamide and helychrysum extract: good alone, extraordinary together!
I am a privileged: I harvest wild helychrysum on the cliffs in Sardinia, I prepare the extract at home using my alembic, I prepare the niacinamide cream in the laboratories of the company I work for… Don’t be afraid: the use of this ingredients is widespread, you won’t struggle finding them in commercial products! Today I feel really generous, I’m sparing you the research: you can buy HERE a face cream for sensitive skin with helycrysum extract and niacinamide. The package is little; the price is moderate: no wastes nor useless spending!

‘The Beauty of Diversity’: models Imaan Hammam, Janiece Dilone & Aamito Lagum by Patrick Demarchelier for Allure magazine April 2017

E questo è tutto! Fidati di me, non disperare: con un po’ di costanza e un po’ di pazienza la tua pelle diventerà più bella di prima!

And this is all! Trust me, don’t despair: with a little resolution and a little patience your skin will become more beautiful than ever!

 

***

Impazienti per nuovi consigli di bellezza? SEGUITECI!

Hungry for more beauty tips? STAY TUNED!

Luca

Cosmetic guru

After years on the books and a bit of luck, I succeeded in turning my passion into a job: in fact I am working for a company which produces natural raw materials for cosmetics. “Beauty will save the world”, Dostoevskij wrote; and this is what I aspire to do everyday: making the world a better place, beginning with your skin.

Real Fashion, No Sugar

FOLLOW US ON